La Chiropratica aumenta del 20% la funzione cerebrale

Pronti per altri benefici della chiropratica?

Uno studio condotto dalla Neozelandese Heidi Haavik  pubblicato nel Journal of Neural Plasticity, ha mostrato un aumento nella funzione cerebrale di quasi il 20% nella corteccia pre-frontale.

La Chiropratica aumenta del 20% la funzione cerebrale

La Chiropratica aumenta del 20% la funzione cerebrale

La corteccia pre-frontale è l’area del cervello dove avviene l’apprendimento e la cognizione, responsabile del comportamento, azioni pratiche, capacità decisionale, memoria e attenzione, intelligenza, processo e risposta emotiva del dolore, funzione anatomica, controllo motorio, movimento oculare e percezione dello spazio.

Se, come suggerisce questa ricerca, la Chiropratica migliora l’attività della corteccia pre-frontale, questo significa che essa influisce sul comportamento, capacità decisionale, memoria e attenzione, intelligenza, processo e risposta emotiva del dolore, funzione anatomica, controllo motorio, movimento oculare e percezione dello spazio.

 L’aumento nella funzione cerebrale è rilevante per:

– Prevenire le cadute;

-Percepire la posizione degli arti superiori e inferiori;

– Migliorare la forza muscolare;

– Migliorare il controllo della base pélvica;

– Migliorare l’abilità per riuscire a ruotare mentalmente oggetti capovolti ( es. quando leggiamo una parola su un foglio capovolto e distinguiamo la lettera p dalla lettera b);

– Migliorare la coordinazione motoria;

– Maggiore concentrazione.

Quindi,  questo studio mostra che, con la Chiropratica, cambiamo la funzione cerebrale. Questo mostra che quando si è “ aggiustati” si ha un grande effetto positivo nel cervello. Pertanto, anche il nostro corpo risponde in una maniera positiva e ciò genera sintonia tra corpo e mente.

Vedi qui alcune domande sulla chiropratica e come funziona.

Localizzazione dello Studio Di Chiropratica.

Riferimenti:

[1] Lelic, D, Niazi, IK, Holt, K, Jochumsen, M, Dremstrup, K, Yielder, P, Murphy, B, Drewes, A and Haavik, H (2016), “Manipulation of dysfunctional spinal joints affects sensorimotor integration in the pre-frontal cortex: A brain source localization study,” Neural Plasticity, Volume 2016 (2016). Online.

[2] Haavik, H (2016), correspondence with Spinal Research via Nimrod Weiner

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...